Voci del blog

Ricette fatte in casa per gli amanti delle tagliatelle

macchina per la pasta

Lunghe come gli spaghetti, ma dalla caratteristica forma più larga, le tagliatelle sono tra i tipi di pasta più apprezzati da grandi e piccini. La loro forma, infatti, le rende perfette davvero con qualsiasi condimento: sughi, pesti, carne, pesce e verdure! Per non parlare di quanto sia divertente arrotolarle con la forchetta, gustando così in modo più intenso il condimento.

L’unico modo per rendere persino più buona questa pasta è quella di gustare le tagliatelle fatte in casa. Se non hai mai provato a realizzare la pasta all’uovo, questa operazione potrebbe spaventarti. In realtà, preparare questi manicaretti può essere molto facile, basta utilizzare la giusta macchina per la pasta. Essa ti permette, infatti, di ottenere diverse forme di pasta partendo da una sfoglia. Anche quest’ultima, come vedremo, è davvero facile da realizzare.

Le tagliatelle in particolare sono davvero semplici, poiché si tratta di una sfoglia di pasta tagliata a strisce. Non devi necessariamente essere troppo preciso, per quanto consigliamo di mantenere ogni striscia di una grandezza ed uno spessore uniformi, così da poter ottenere le stesse tempistiche di cottura.

Chi sa già preparare le tagliatelle fatte in casa, probabilmente avrà imparato osservando le proprie nonne o le proprie mamme preparare gustosi pranzetti. Se non è il tuo caso, non disperare: il web è ricco di guide e tutorial che ti spiegheranno come procedere, e anche la nostra sarà sicuramente un ottimo punto di partenza per sviluppare le tue abilità da chef casalingo. Inoltre, molto probabilmente nella confezione della tua macchina per la pasta avrai già trovato incluso un ricettario, magari ricco di consigli relativi anche e soprattutto al tuo modello.

Tutto ciò ti serve per ottenere della gustosa pasta fatta in casa è olio di gomito ed almeno un’ora del tuo tempo da dedicare alla cucina. Per rendere li tutto più divertente, puoi coinvolgere nel processo anche i più piccoli o i tuoi amici, così da imparare tutti insieme e produrre più quantità di pasta in meno tempo!

Qualsiasi ricetta tu decida di seguire, ricorda che la tradizione richiede l’uso di almeno un uovo ogni 100 grammi di farina. Evita inoltre di preparare la pasta troppo vicino a delle fonti di corrente d’aria, come finestre aperte o condizionatori, le quali rischierebbero di far seccare l’impasto durante la preparazione.

Tieni inoltre a mente che l’impasto, per poter diventare perfettamente omogeneo, richiede almeno 10 minuti di preparazione. È importante anche sbatterlo di tanto in tanto sul ripiano di lavoro, così da renderlo più elastico e più facile da lavorare.

tagliatelle fatte in casaIl trucco dello chef è quello di non aggiungere sale all’impasto, così da evitare la formazione di piccole e antiestetiche macchie bianche. Se comunque vuoi creare una pasta più saporita, puoi raggirare questa “regola” aggiungendo il sale alla farina, mescolandolo quindi prima di procedere alla preparazione dell’impasto. Ultima accortezza, ma non per importanza, è di usare ingredienti che siano a temperatura ambiente!

Adesso che conosci tutti i segreti per iniziare, non ti resta che seguire la nostra ricetta. È davvero semplice da seguire, pensata proprio per chi ha voglia di ottenere un risultato delizioso ma con poca fatica. Se non hai mai usato una macchina per la pasta, questa piccola ricetta sarà un punto di partenza perfetto per prendere dimestichezza con le sue funzionalità e pian piano migliorare, ricetta dopo ricetta!

Gli ingredienti di cui hai bisogno, per ottenere una quantità di tagliatelle fatte in casa sufficiente per quattro persone, sono: 300 grammi di farina 00 (o di farina integrale o priva di glutine, in base alle tue esigenze), 3 uova, mezzo cucchiaino di sale, ed un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva. Quest’ultimo ingrediente può essere omesso in base al tuo gusto, o se stai cercando di seguire un regime calorico e quindi dalle calorie giornaliere limitate.

Ricordati di aggiungere, o eliminare, un uovo per ogni etto di farina che userai o che deciderai di non usare, alterando così le quantità finali.

Inizia subito col setacciare la farina, così da eliminare tutte le impurità che renderebbero il tuo impasto pieno di grumi. Aggiungi, se vuoi, un pizzico di sale. Dopo aver mescolato questi due ingredienti, crea una sorta di fontana al centro della miscela ottenuta. In questo spazio andrai ad inserire le uova e, se vuoi, anche un cucchiaio d’uomo. Aiutandoti con una forchetta, mescola con attenzione le uova al centro della fontana, andando, di volta in volta, ad incorporare sempre più farina. È importante far scivolare quest’ultima dal bordo verso l’interno, e solo poco alla volta.

Cerca di lavorare sempre seguendo un movimento circolare, che sia preciso e non troppo veloce, e continua in questo modo finché tutta la farina sarà mescolata con le uova e non avrai ottenuto un composto denso.

Se il composto dovesse risultare troppo appiccicoso, aggiungi altra farina. In caso contrario, un cucchiaio d’acqua sistemerà eventuali composti troppo duri o secchi. Continua a lavorare la pasta con energia utilizzando entrambe le mani, e il risultato sarà finale solo quando avrai ottenuto un panetto liscio, compatto e anche lucido.

Forma una palla e avvolgila nella pellicola trasparente, o in un canovaccio pulito ed umido, lasciandola riposare per almeno mezz’ora in un posto fresco e asciutto. Adesso sarai pronto a stendere la pasta con un mattarello, facendo sempre attenzione ad ottenere uno spessore adatto per assorbire il condimento.

L’unico modo per ottenere uno spessore uniforme è quello di usare una macchina per la pasta. Passando più volte la tua sfoglia fra i suoi rulli, sarai infine pronto per prendere un rullo apposito e procedere al taglio delle striscioline che diventeranno le tue tagliatelle. Se la tua macchina lo permette, puoi addirittura usare un accessorio apposito per la produzione della pasta lunga, rendendo quindi questo processo addirittura più facile e veloce!

Le tagliatelle fatte in casa vanno consumate subito, perché rischiano di ammuffire presto. Se non hai intenzione di mangiarle entro al massimo un giorno, ti consigliamo di congelarle, così da poterle conservare in modo sicuro ed igienico, bloccando la proliferazione di batteri.